CHIUSURA UFFICIO

Si comunica a tutti gli iscritti la chiusura dell’ufficio di segreteria mercoledì 28 dicembre 2016.

Dal 2 al 5 gennaio 2017(compresi)

MEDICINA PARTECIPATIVA:cambi,scambi e ricambi nelle professioni sanitarie.

SERVIZIO SANITARIO REGIONALE

EMILIA-ROMAGNA

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

VENERDÌ 16 DICEMBRE 2016

ore 8:30

L’Associazione Marino Savini in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, intende con il presente incontro approfondire i temi relativi alla ricerca delle buone prassi che portino il sistema sanitario nazionale SSN a diventare una istituzione che si presenta nella organizzazione sociale come risultato di una partecipazione integrata e collaborativa tra domanda e offerta.

L’Associazione Marino Savini opera da quattordici anni in ambito socio sanitario per la divulgazione delle conoscenze più attuali e per documentare che l’innovazione permanente deve essere alla base di una sanità sempre migliore e sempre più affidata alle responsabilità dei professionisti e dei pazienti.

Sala Congressi

Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma

Via Gramsci, 14 – Parma

(Ingresso anche da Via Abbeveratoia)

www.associazionemarinosavini.org

Con il patrocinio di

MEDICINA PARTECIPATIVA:

Cambi, scambi e ricambi nelle professioni sanitarie.

SERVIZIO SANITARIO REGIONALE

EMILIA-ROMAGNA

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Grafica e Stampa: PARMAGRAFICA – 348 3531419

SERVIZIO SANITARIO REGIONALE

EMILIA-ROMAGNA

Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma

CREDITI FORMATIVI ECM

PROGRAMMA

08.30 Registrazione partecipanti

09.00 Accoglienza

Elena Saccenti

, Direttore Generale ASL di Parma

con

Giovanna Campaniello, Dirigente Responsabile Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma

e

Paolo Ronchini, Vice-Presidente Ordine dei Medici di Parma

Introduce e presiede

Rocco Caccavari, presidente Associazione Marino Savini

09.45

CURARSI

Linda Lombi

, Università Cattolica di Milano

La medicina partecipativa: scenario attuale e prospettive future

Guido Giarelli

, Università Magna Graecia di Catanzaro

La narrazione in medicina come strumento di miglioramento della relazione terapeutica

10.45 Pausa

11.00

Serena Barello, Università Cattolica di Milano

Coinvolgimento attivo del paziente

Giovanna Artioli

, Azienda Ospedaliera Arcispedale Santa Maria Nuova IRCCS.

Una traduzione in atti comuni dei bisogni delle persone prese in carico dai professionisti della sanità

12:00

CONDIVIDERE IN SANITÀ

Presiede

Antonio Mosti, Sert AUSL di Piacenza

Francesca Bertolotti

, Consiglio Direttivo Associazione “Il cerchio azzurro” – Federazione Associazioni di Parma FAP

Mario Di Egidio

, Presidente Associazione “Va Pensiero” – Federazione Associazioni di Parma FAP

Giuseppe Fertonani Affini

, Presidente Associazione “In Viaggio” – Federazione Associazioni di Parma FAP

Maria Giovenzana

, Presidente Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale ADISCO

Enzo Molina

, Presidente della Lega Italia per la Lotta contro i Tumori, LILT Parma

Claudio Secchi

, Associazione Italiana Malattia di Alzheimer sezione di Parma

I presenti in sala

13.30 Chiusura lavori e elaborazione questionario ECM

L’epoca attuale si connota per il moltiplicarsi e l’intrecciarsi di nuove sfide per i sistemi sanitari: la contrazione delle risorse a causa della crisi economica, l’emergere di nuovi bisogni legati all’aumento delle malattie croniche degenerative e all’invecchiamento demografico della popolazione, la differenziazione dei bisogni dei cittadini che, spesso attraverso i social media, richiedono interventi sempre più personalizzati sono solo alcune delle grandi trasformazioni che sollecitano risposte efficaci, tempestive e avanzate per la promozione della salute e il contrasto delle malattie.

La medicina partecipativa rappresenta un approccio innovativo in sanità, fondato sul riconoscimento di un ruolo attivo del cittadino il quale è chiamato a partecipare alle scelte che riguardano la sua salute attraverso un processo decisionale condiviso con i professionisti sanitari. La medicina partecipativa attribuisce pari dignità agli attori coinvolti nell’individuazione del miglior percorso diagnostico e terapeutico, cercando di coniugare evidenze scientifiche e preferenze dei pazienti.

La medicina partecipativa aumenta le possibilità di autodeterminazione e l’assunzione di responsabilità da parte del cittadino, che risulta maggiormente informato in merito alle diverse opzioni terapeutiche e ai potenziali rischi e benefici; incrementa la compliance, ovvero l’aderenza alle cure, con conseguente maggiore efficacia dei trattamenti e dei programmi di educazione sanitaria; riduce i contenziosi tra pazienti e medici; favorisce la trasparenza dei processi decisionali, l’umanizzazione e la personalizzazione delle cure, il rispetto dei valori e delle preferenze del paziente nonché il coinvolgimento dei caregiver.

Sono stati richiesti i crediti formativi.

ISCRIZIONE GRATUITA, 100 posti disponibili

SCADE IL 15/12/2016 ALLE ORE 12:00

Per iscrizioni:

333 688 5363 – 349 524 1825

e-mail: ass.marinosavini@libero.it