Infermiera blocca sospetto ladro. Direzione Ospedale di Parma: “Ha avuto un grande senso civico”

Il 16 febbraio 2018 poco prima delle 8 un’infermiera in servizio al padiglione Barbieri insieme al fratello che era in reparto per visite mediche, hanno bloccato e consegnato agli uomini delle Volanti intervenute sul posto un ragazzo di circa vent’anni che si aggirava con fare sospetto nei corridoi dell’Ospedale Maggiore e contro il quale hanno sporto denuncia per i reati che si ravviseranno negli accertamenti.

Di fronte alle richieste di spiegazioni da parte dell’infermiera, che nel frattempo si era accorta di non avere più il portafoglio nella borsetta, il giovane ha risposto con una reazione violenta e ingiuriosa tale da comportare il ricovero della signora al Pronto Soccorso con una prognosi di 20 giorni per i traumi riportati. Grazie all’intervento del fratello, maresciallo dei carabinieri in pensione, il giovane è stato consegnato agli agenti della Squadra Volanti che hanno avviato gli accertamenti del caso servendosi anche dei filmati delle telecamere del padiglione Barbieri. Attraverso i fotogramnmi gli inquirenti dovranno verificare inoltre se il ragazzo fermato si fosse già introdotto negli ambulatori come sospetta il personale in servizio che lo avrebbero già visto aggirarsi nei corridoi.

La direzione dell’Ospedale Maggiore si è recata a fare visita alla signora per esprimerle la propria solidarietà. “Un atteggiamento di grande senso civico da parte della nostra infermiera – afferma il direttore dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Massimo Fabi – La ringraziamo di cuore perché di fronte ad un atteggiamento sospetto non si è girata dall’altra parte. E ringraziamo anche le forze dell’ordine per il loro tempestivo intervento. Per quanto ci compete non abbasseremo la guardia e continueremo ad investire sulla sicurezza degli operatori”.

 

Fonte:  www.ao.pr.it