Le principali funzioni dell’infermiere pediatrico sono la prevenzione delle malattie, l’assistenza dei malati e dei disabili in età evolutiva e l’educazione sanitaria.

Il profilo dell’infermiere pediatrico è stato normato col regolamento emanato col D.M. n. 70 del 17 gennaio 1997.

Questo passaggio normativo ha sancito definitivamente il passaggio dalla figura della Vigilatrice d’Infanzia (di cui ancora sussiste la sigla acronima VI nella dizione IPASVI) istituita nel 1940 a quella moderna dell’infermiere pediatrico.

L’art. 1 del regolamento specifica, tra le altre cose, che l’assistenza infermieristica pediatrica, preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa è di natura tecnica, relazionale, educativa.

Il corso di laurea in infermieristica pediatrica, della durata di tre anni, è istituito nelle facoltà di medicina e chirurgia, tra i corsi di laurea delle professioni sanitarie.