post-it avviso pubblico

AVVISO PUBBLICO PER SOMMINISTRAZIONE DEI VACCINI ANTI SARS-COV-2

Il Commissario straordinario all’emergenza, Domenico Arcuri, ha emanato mercoledì 16 dicembre l’avviso pubblico per assumere con un contratto a tempo determinato fino a 12.000 infermieri e assistenti sanitari, che dovranno sostenere la campagna di somministrazione del vaccino nelle 1500 strutture individuate e distribuite su tutto il territorio nazionale.

LA CANDIDATURA PER L’ISCRIZIONE NELL’ELENCO PUÒ ESSERE PRESENTATA A PARTIRE DAL 16 DICEMBRE 2020 IN MODALITA’ ON-LINE

Il reclutamento e l’inquadramento del personale idoneo avverrà attraverso il ricorso all’istituto della “somministrazione di manodopera” e potrà essere anche libero professionista o pensionato.

Il Candidato dovrà compilare un questionario a video, contenente, tra l’altro, le seguenti dichiarazioni,
che saranno rese ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445:

a) cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza e domicilio;

b) Codice Fiscale, se cittadino italiano;

c) di essere in possesso delle idoneità fisica;

d) di essere in possesso della cittadinanza italiana o della cittadinanza di uno dei Paesi
dell’Unione Europea o di un Paese non appartenente all’Unione Europea. In quest’ultimo
caso, di essere in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità;

e) di non essere stato destituito dai Pubblici Uffici;

f) di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;

g) di avere una adeguata conoscenza della lingua italiana;

h) di non avere riportato condanne penali, oppure di non essere sottoposto a procedimento
penale;

i) di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego, ovvero licenziato presso pubbliche
amministrazioni;

j) di non essere decaduto da un impiego statale per averlo conseguito mediante la produzione
di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;

k) di essere in possesso del titolo di studio richiesto, con l’indicazione dell’anno in cui è stato
conseguito e dell’istituto che lo ha rilasciato e di essere iscritto nell’albo professionale di
appartenenza;

l) per i cittadini dell’Unione Europea e i cittadini non appartenenti all’Unione Europea, di essere
in possesso del riconoscimento della propria qualifica professionale di medico, infermiere e
assistente sanitario, ovvero, in deroga agli articoli 49 e 50 del D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394 e
al D.lgs. 6 novembre 2007, n. 206, di essere in possesso di certificato di iscrizione all’albo
professionale del Paese di provenienza.

  • Tramite il questionario, il candidato dovrà optare se essere avviato in missione:
    nella Regione/Provincia Autonoma di residenza, oppure
  • nella Regione/Provincia Autonoma di domicilio, se essa è diversa da quella di residenza,
    oppure
  • in una Regione/Provincia Autonoma diversa da quella di residenza/domicilio.

Il candidato dovrà, altresì, allegare al questionario:

  • una copia di un documento valido di riconoscimento;
  • copia del Curriculum Vitae (in formato europeo) aggiornato. Per cittadini non italiani, nel
    Curriculum Vitae dovrà essere specificato il livello di conoscenza della lingua italiana (A1, A2,
    B1, B2, C1, C2 secondo lo schema di valutazione dei livelli del Portfolio Europeo delle Lingue).