Studio Nazionale sulla Compassion Fatigue e Compassion Satisfaction degli Infermieri durante l’emergenza COVID-19

Siamo un gruppo di studenti iscritti al Master di I livello in Infermieristica in Area Critica dell’Università di Parma e stiamo conducendo uno studio finalizzato alla stesura del project work dal titolo “Addomesticare il Cigno Nero. Uno studio nazionale sulla Compassion Fatigue e Compassion Satisfaction degli Infermieri durante il Covid-19”.

L’obiettivo di questo studio osservazionale di tipo quantitativo multicentrico è quello di indagare i livelli di Compassion Fatigue e Compassion Satisfaction degli infermieri impegnati nella lotta al Covid-19. La Compassion Satisfaction e la Compassion Fatigue sono i due elementi che definiscono la qualità nella vita professionale: da un lato l’aspetto positivo del prendersi cura, dall’altro il costo della cura.  Indagare tali fenomeni, correlandoli alle caratteristiche socio-anagrafiche, potrà aiutare a proporre soluzioni a supporto nelle maxi-emergenze della professione infermieristica, messa a dura prova dall’avvento del Covid-19. Tale obiettivo verrà perseguito attraverso la somministrazione volontaria della Scala di Valutazione della Qualità della Vita Professionale – ProQOL-5 (2009).

►QUESTIONARIO ON-LINE

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA 2020

L’assemblea Ordinaria degli Iscritti all’Ordine delle Professioni infermieristiche è convocata in modalità Conference Call in prima convocazione per il giorno 28 dicembre 2020 alle ore 6.30 e in seconda convocazione per il giorno 29 dicembre 2020 alle ore 15.00 con il seguente ordine del giorno:

1.       Presentazione e approvazione bilancio consuntivo 2019

2.       Relazione programmatica anno 2020 (Presidente)

3.       Presentazione e approvazione del bilancio preventivo 2020

Si avvisa che non è ammessa la partecipazione con delega.

Il materiale relativo ai punti all’ordine del giorno 1 e 3  è pubblicato nella sezione “Amministrazione trasparente > Bilanci” del sito dell’ordine (CLICCA QUI) e nella home page, così come i riferimenti documentali della FNOPI relativi allo svolgimento dell’assemblea (Circolare FNOPI N. 113/2020 e relative Linee Guida).

La partecipazione è consentita agli iscritti muniti di PEC e regolarmente comunicata all’ordine. Questa disposizione non rappresenta una limitazione del diritto di partecipare, ma un vincolo tecnico di identificazione dei partecipanti che nel caso di conference call può attuarsi solamente con lo strumento PEC. A tal proposito ribadiamo la necessità urgente di dotarsi di PEC così come stabilito anche dal D.L. 18/2020 “semplificazioni” entro i termini utili a consentire la partecipazione all’assemblea.

Per partecipare sarà sufficiente seguire le istruzioni che verranno inviate successivamente via PEC dal gestore della piattaforma. La piattaforma utilizzata denominata AV-set consente la partecipazione da browser (Microsoft Explorer/Edge, Firefox, Chrome, Opera, Safari ecc.), tramite app ufficiali per Windows, macOS, Linux, da smartphone Android e iOS.

La PEC deve essere abilitata a ricevere messaggi provenienti da posta non PEC

Verificare preventivamente che la PEC sia abilitata a ricevere email da caselle di posta non certificata. Per farlo controllare le impostazioni della propria PEC preferibilmente utilizzando un PC o un browser (solitamente non è possibile modificare queste impostazioni da app per client email su smartphone)

Coloro i quali intendano intervenire nella discussione dovranno inviare a mezzo PEC apposita domanda di intervento con breve indicazione dell’oggetto almeno due giorni prima di quello fissato per l’Assemblea. Ai partecipanti che non avranno formalizzato domanda nei termini descritti non sarà consentito intervenire. Questi ultimi potranno partecipare all’assemblea in modalità live streaming ed esprimere soltanto voto palese.

In attesa di incontrarci, giungano a tutti i più cordiali saluti.

INVITO ALLA COMUNICAZIONE INDIRIZZO PEC IN VISTA DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA 2020

Carissimi iscritti,

come ben sapete, al fine di contenere la diffusione del virus è stato emanato a Luglio
2020 il DL Semplificazioni n° 76 del 16 luglio 2020, che rende obbligatorio dal 1°
Ottobre 2020 l’utilizzo della casella Posta Elettronica Certificata (PEC) per tutti i
professionisti.

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Parma ribadisce l’importanza e la
necessità per tutti gli iscritti, che risultano ancora inadempienti ai contenuti del DL
sopra citato, di essere dotati di una casella PEC e di darne pronta comunicazione allo
stesso.

Essere in possesso della PEC, inoltre, vi darà l’opportunità di poter partecipare alla
prossima assemblea degli iscritti che si terrà on line come definito da “linee guida per
le riunioni degli organi degli OPI in videoconferenza” redatte dalla FNOPI nella circolare
113/2020 con protocollo P-14604/I.3, nelle quali viene indicato che l’accesso
all’Assemblea degli iscritti sarà consentito solo attraverso la PEC personale per
permettere l’identificazione del partecipante.

Ricordiamo che l’ordine mette a disposizione in forma gratuita la PEC previo
appuntamento e nel rispetto delle normative vigenti in materia di contenimento della
diffusione del covid-19. Comprendendo i tempi stretti per poter adempiere a tale
obbligo di legge, si suggerisce di provvedere momentaneamente ad attivare una PEC
attraverso un utente privato (che prevede l’attivazione gratuita o a costi irrisori) in
attesa di essere successivamente presi in carico dall’ufficio amministrativo del nostro
Ordine e dare comunicazione della PEC.

Ringraziando per la collaborazione e restando a disposizione per eventuali chiarimenti,
l’OPI di Parma porge cordiali saluti.

segnale di pericolo a sfondo giallo

ASSEMBLEA GENERALE DEGLI ISCRITTI 2020

Causa emergenza COVID l’assemblea convicata per il 6 novembre prossimo non potrà svolgersi in presenza. Siamo in attesa delle indicazioni di FNOPI per le modalità di svolgimento a distanza ad oggi non ancora pervenute.

Preghiamo tutti gli iscritti di monitorare costantemente sito e pagina facebook di OPI Parma al fine di ricevere un aggiornamento tempestivo a riguardo.

Nonostante questa situazione sia indipendente dalle facoltà dell’Ordine Provinciale chiediamo scusa per il disagio.

Indagine Terapie Intensive Aperte

Considerata la necessità di effettuare uno studio cross-sectional sul modello Open ICU (terapie intensive aperte) in particolare analizzando l’impatto del nuovo modello assistenziale sul personale infermieristico chiediamo agli iscritti di voler rispondere al questionario che trovate attraverso il link in fondo. L’indagine verrà diffusa in tutta Italia per invitare alla risposta Infermieri di Terapia Intensiva.

Clicca qui per il QUESTIONARIO

GIORNATA NAZIONALE SLA 2020

Domenica 20 settembre si svolgerà la XIII Giornata Nazionale SLA, AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) è al lavoro per la realizzazione di questo evento, nonostante le incertezze e le difficoltà di quest’anno causa COVID.
Non sarà possibile essere presenti in tutte le piazze, come gli anni precedenti, perchè alcuni comuni non  hanno concesso l’occupazione del suolo pubblico.

Di seguito il comunicato AISLA, potete trovare tutti i dettagli dell’evento sul sito dedicato (QUI):

La Giornata Nazionale SLA nasce per ricordare il primo sit-in dei malati SLA in Piazza Bocca della Verità a Roma, avvenuto il 18 settembre 2006. Da allora, ogni anno, tra la metà di settembre e la prima settimana di ottobre, AISLA promuove diverse iniziative in tutta Italia, al fine di rinnovare l’attenzione dell’opinione pubblica, delle Autorità politiche, sanitarie e socio-assistenziali sui bisogni di cura e di assistenza dei malati SLA.

Ad uniformare il nostro Paese in questa giornata di sensibilizzazione è sempre stata la presenza degli oltre 300 volontari in tutte le principali piazze italiane, impegnati nella promozione delle bottiglie di Barbera d’Asti DOCG con l’obiettivo di raccogliere fondi grazie alla campagna «Un contributo versato con gusto».

Ringraziamo i partner dell’iniziativa che rendono possibile tutto questo:  Regione Piemonte, Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e Unione Industriale della Provincia di Asti.

Nuovamente confermato, inoltre, anche il prezioso contributo di Fondazione Mediolanum Onlus che, per il terzo anno consecutivo, sarà al nostro fianco per continuare a tenere per mano i nostri piccoli “figli della SLA” aiutandoci a finanziare il progetto Baobab.

Vista la particolarità dell’anno in corso abbiamo pensato che sarebbe stato bellissimo, oltre che utile alla raccolta fondi, poter raggiungere chiunque, mettendo a disposizione sul nostro negozio solidale un numero limitato di bottiglie. La consegna avverrà a partire dal 7 settembre.