CORSO: La tutela della privacy in sanità: aspetti giuridici, deontologici e medico-legali

MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2019, mattino e pomeriggio, presso il Centro
didattico/Centro congressi (Aula Magna) della Facoltà di Medicina e
Chirurgia (Policlinico di Modena, via del Pozzo n. 71, Modena), il Dott.
Luca Benci (giurista, esperto di diritto delle professioni sanitarie) terrà
un corso dal titolo “La tutela della privacy in sanità: aspetti giuridici,
deontologici e medico-legali
” (vedi programma allegato)

Il corso è organizzato dal Master universitario di I livello in Funzioni di
Coordinamento nelle Professioni Sanitarie – Università di Modena e Reggio Emilia.

Il corso è gratuito; per potervi partecipare occorre inviare, entro giovedì
12 settembre 2019, una e-mail di iscrizione (indicare Cognome e Nome,
eventuale Ente di appartenenza e Ruolo/incarico nell’Ente) a uno dei
seguenti indirizzi mail:
( malagoli.maurizia@aou.mo.it ) o
( cottafavi.katiuscia@aou.mo.it ) o
( monti.cinzia@aou.mo.it )

Il corso non è accreditato ECM; verrà rilasciato un attestato di frequenza

Corsi gratuiti FAD ECM 2019

L’offerta formativa FAD ECM 2019 proposta dalla FNOPI prevede diversi corsi che saranno in linea fino al 31/12/2019.

Il primo corso è già in linea: “N. 266861 Prevenire, riconoscere e disinnescare l’aggressività e la violenza contro gli operatori della salute”, ed è dedicato alla gestione della violenza da parte di pazienti, familiari e colleghi, eroga 39,6 crediti ECM ed è strutturato in videolezioni.

Il secondo corso, verrà pubblicato dal 10/7/2019, “N. 266856 L’infermiere e le cure palliative”, ed è dedicato all’importante tema delle cure palliative e al ruolo chiave dell’infermiere nel team interdisciplinare, eroga 8 crediti ECM ed è strutturato per casi.

Il terzo corso, anch’esso online dal. 10/7/2019, “N. 267104 Gli effetti della legge 24/2017 sulla responsabilità professionale degli infermieri”, è dedicato alla responsabilità professionale. La legge Gelli ha cambiato radicalmente la responsabilità degli infermieri e ha imposto che ciascuno abbia una copertura assicurativa al riguardo, tema sul quale la Federazione si è molto impegnata. Il corso eroga 3,9 crediti ECM.

Un ulteriore corso “Prevenire, riconoscere e disinnescare l’aggressività e la violenza contro gli operatori della salute” ha la finalità di prevenire, riconoscere e disinnescare l’aggressività e la violenza contro gli operatori della salute. Crediti: il corso, del tutto gratuito, eroga 39,6 crediti ECM


COME FARE PER ACCEDERE AI CORSI

Tutti – anche coloro che avessero già fatto corsi sulla piattaforma FADINMED in passato – ogni anno devono passare prima dal portale della Federazione http://www.fnopi.it/fnomceo per essere riconosciuti. Ecco i semplici step in base se è la prima registrazione oppure se si è già iscritti su FadInMed:

PRIMA REGISTRAZIONE SU FADINMED

Per la prima volta occorre registrarsi su FadInMed, una volta che l’autenticazione tramite il sito di FNOPI è andata a buon fine, riceveranno ID e PIN provvisori sulla mail indicata nel modulo. Gli step successivi sono: • Collegarsi a FadinMed (www.fadinmed.it)

• Mettere ID e PIN provvisori ricevuti via mail nelle due caselle (fare copia e incolla)

• Cliccare su “Vedi scheda anagrafica completa” e compilare tutti i dati mancanti richiesti e segnati con asterisco nella scheda anagrafica e digitare il nuovo PIN nelle due caselle.

• Cliccare “Conferma”.

• Cliccare su “Vai ai corsi” per avere l’elenco con i corsi per infermieri e cliccare sui titoli per aprirli e iniziarli.

GIA’ ISCRITTI SU FADINMED

Coloro che si sono già iscritti su FadinMed, dopo il buon fine dell’autenticazione annuale tramite il sito della FNOPI, devono:

• Entrare su FadInMed con ID e PIN

• Cliccare su “Vai ai corsi” per avere l’elenco dei corsi per infermieri e cliccare sui titoli per accedervi e iniziarli.


Per la soluzione di problemi su FadinMed (dimenticanza di ID e PIN, problemi con ID e PIN provvisorio…), cliccare su Aiuto- FAQ https://fad.fadinmed.it/faq.php

Per ulteriori richieste, scrivere a gestione@fadinmed.it indicando Nome, Cognome e Codice fiscale; non è in alcun modo possibile risolvere i problemi per via telefonica o diversa dall’utilizzo della posta elettronica).

Survey SLOW MEDICINE – Richiesta compilazione online

La FNOPI dal 2013 ha aderito al progetto “Fare di più non significa fare meglio”, promosso da Slow Medicine.
Si è cosi costituito un gruppo di lavoro con i seguenti obiettivi:

* Individuare, da parte organizzazioni, esperti, pazienti/cittadini di, cinque raccomandazioni che:
– sono effettuate diffusamente in Italia;
– non apportano benefici significativi ai pazienti ai quali vengono prescritte;
– possono esporre i pazienti a effetti dannosi.

* Far conoscere le raccomandazioni a pazienti e cittadini per sensibilizzarli alla sovrautilizzo di test e trattamenti ad altro rischio di inappropriatezza, considerando che, nell’interesse del paziente, a volte fare di meno significa ottenere di più, in particolare che il medico o altro professionista che prescrive di più non è il più competente;

* Promuovere l’implementazione delle pratiche nei diversi contesti di esercizio professionale.

Il contributo delle società è stato prezioso e ha permesso di formulare la redazione di trenta raccomandazioni di interesse infermieristico che puoi trovare pubblicate sul portale di FNOPI – www.fnopi.it. La loro diffusione è stata promossa attraverso incontri presso gli OPI provinciali, ma è importante raggiungere un ampio numero di colleghi per diffondere le raccomandazioni e la loro adesione in merito.
In questa fase del lavoro abbiamo selezionato sei pratiche su cui ti chiediamo di esprimere la tua opinione: pochi minuti del tuo tempo prezioso ci potranno fornire un qualificato contributo, al fine di migliorare la qualità e la sicurezza delle attività assistenziali.

Clicca sul seguente LINK per la compilazione… grazie!:

Ti ringraziamo per la tua collaborazione

Polizza assicurativa FNOPI

Per un esercizio professionale responsabile, sereno e
in applicazione della legge Gelli, la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche propone una tutela assicurativa attraverso una polizza stipulata in convenzione.

Polizza di responsabilità civile professionale per il personale appartenente alle professioni infermieristiche.
Un’unica soluzione assicurativa per tutelare l’infermiere nell’esercizio professionale in qualunque forma svolto
(dipendente SSN, dipendente Enti Privati, libera professione, cooperative ecc.).

Punti di forza:
Possibilità di aprire il sinistro già dalla prima comunicazione dell’azienda di appartenenza sulla base della L. 24/2017
(c.d. “Legge Gelli”):

  • Retroattività illimitata
  • Postuma decennale
  • Massimale € 5.000.000
  • Nessuna franchigia o coperto
  • Inclusa la RC patrimoniale
  • Premio lordo annuo: € 22,00

Tutte le info cliccando sull’apposito LINK.

Master di I livello in Biostatistica per la Ricerca Clinica e la Pubblicazione Scientifica



Il Master, afferente all’Unità di Biostatistica, Epidemiologia e Sanità Pubblica, è veicolato completamente ONLINE, e supportato da tutor competenti in real-time. L’obiettivo principale del Master è quello di formare, nella metodologia e nell’analisi statistica, persone di vari ambiti disciplinari che vogliano incrementare le proprie abilità nella pubblicazione di articoli scientifici in riviste internazionali, nonché coadiuvare nell’interpretazione delle più recenti linee guida in ambito clinico,  attraverso un’interpretazione rigorosa dei risultati di vari trials clinici.

L’avviso di selezione verrà pubblicato entro la fine di giugno 2019, e le iscrizioni, completamente online attraverso la piattaforma PICA, saranno aperte fino al 03 Ottobre 2019.

Si allega la brochure informativa (cliccare QUI ), e si rimanda ai recapiti in calce per ulteriori informazioni.

Unità di Biostatistica, Epidemiologia e Sanità Pubblica

Università degli Studi di Padova

Via Loredan 18

0498275382

Lettera aperta agli iscritti OPI Parma


Gent.mi Colleghi,

con la presente si porta alla Vostra conoscenza che i Sottoscritti membri del Consiglio Direttivo hanno rassegnato le proprie dimissioni irrevocabili con decorrenza 28 maggio 2019; le motivazioni che hanno portato a questa decisione sono di seguito descritte e questo Consiglio Direttivo vuole per l’ultima volta dare una corretta comunicazione a tutti gli iscritti.

Come noto, l’Assemblea degli iscritti OPI Parma nella seduta ordinaria dello scorso 28 marzo 2019, alla presenza di n° 63 su 3137 iscritti totali (dato al 31/12/18), non ha approvato i bilanci consuntivo 2018 e preventivo 2019, ed il giorno successivo l’intero Collegio dei Revisori dei Conti ha rassegnato le proprie dimissioni.  Tutto ciò ha comportato lo stallo amministrativo-finanziario dell’Ente e si è reso necessario interpellare la Federazione Nazionale Ordine delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) ed il Ministero della Salute per avere delucidazioni chiare in merito alle azioni da compiere.

In data 01 aprile 2019 (subito dopo l’Assemblea degli iscritti) è stato prontamente richiesto un parere alla FNOPI, al quale è seguito un sollecito in data 30 aprile 2019; a seguito di quest’ultimo la FNOPI in data 04 maggio 2019 ha deliberato parere favorevole al commissariamento di questo Ente, ritenendo testualmente la sussistenza dei “presupposti di non regolare funzionamento dell’Ordine di Parma”. Tale parere è stato a noi notificato in data 14 maggio 2019 contestualmente all’inoltro al Ministero della Salute, che darà luogo verosimilmente al commissariamento con i dovuti tempi.

Preso atto di ciò, i Sottoscritti Consiglieri hanno deciso di dimettersi, per l’impossibilità ad operare in termini economici e amministrativi, nonché ad operare per il raggiungimento degli obiettivi prefissati ad inizio mandato, ottenuto alle votazioni del 2017  attraverso un numero cospicuo di preferenze.

I sottoscritti, inoltre, nel rispetto di tutti gli iscritti e dei colleghi che ci succederanno, ritengono doveroso descrivere in sintesi lo stato d’avanzamento delle principali azioni intraprese e delle attività che sono state svolte, rinunciando a qualsiasi remunerazione di tipo economico (come gettoni di presenza ed indennità di funzione per le cariche monocratiche): promozioni della figura dell’infermiere, partecipazione a iniziative di crescita professionale promossi dalla FNOPI, nonché, il grande lavoro nel recupero delle quote di morosità e l’attivazione del complesso ed articolato processo di modernizzazione della telematica di interfaccia con gli iscritti. Su diversi fronti sono stati intrapresi percorsi di rappresentanza professionale per gli iscritti di Parma: in ambito universitario (con l’organizzazione e svolgimento di seminari con gli studenti), in ambito regionale (tramite il Coordinamento Regionale degli OPI, si è iniziato un confronto con l’Assessorato della Sanità della Regione sulla figura dell’Infermiere di Comunità) ed in ambito nazionale (con la partecipazione a gruppi di lavoro nazionali sulla legge 3/2018, sulla stesura dei nuovi regolamenti, e la partecipazione all’Osservatorio Formazione e Ricerca con l’obiettivo di ridefinire il nuovo percorso formativo dell’infermiere da proporre ai Ministeri della Salute e dell’Università).

In ultimo, i professionisti che hanno composto questo consiglio direttivo, non nascondono rammarico e dispiacere per la situazione vissuta, dato il profondo interesse ed entusiasmo profuso nelle diverse attività intraprese; ciononostante siamo certi che la costante partecipazione professionale rimanga comunque la leva più importante per scelte consapevoli e per l’OPI di Parma.

Per delucidazioni in merito alla situazione economica dell’ente i sottoscritti sollecitano gli iscritti a prendere visione dei bilanci proposti e della relazione del Presidente, esposta nell’ultima assemblea, sul sito www.ipasviparma.it/assemblea .


IL PRESIDENTE DIMISSIONARIO:               Alfonso Sollami
IL VICE-PRESIDENTE DIMISSIONARIO: Rita Comberiati
IL TESORIERIE DIMISSIONARIO:  Giuliana Papi
IL SEGRETARIO DIMISSIONARIO:              Giuseppe De Nunzio
I CONSIGLIERI DIMISSIONARI:     Cinzia Barbieri
  Matteo Ferraraccio
  Antonia Florio
  Elena Fornari
                                Rosanna Patrinostro
  Lucica Petre
  Davide Scaccaglia
  Rachele La Sala
  Chiara Taffurelli
Clicca QUI sull’immagine per scaricare la nota ufficiale