Articoli

INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO EMERGENZA COVID-19

Informiamo i Sig.ri iscritti all’Ordine che a seguito del Decreto legge 9 marzo 2020 n.14, è stato previsto tra le misure straordinarie, la possibilità di conferire incarichi di lavoro autonomo a personale medico ed infermieristico collocato in pensione.

L’art. 1 comma 6 ha disposto altresì che non si applica il vincolo di incumulabilità per gli incarichi di lavoro autonomo funzionali all’emergenza COVID-19 al personale in pensione con “Quota 100”.

Pubblichiamo di seguito circolari INPS con normativa e istruzioni sugli adempimenti a cura dei professionisti interessati altre al modello di comunicazione FAC-SIMILE.


Modello AP139 INPS redditi cumulabili

Contiene le istruzioni sugli adempimenti comunicativi verso l’INPS da effettuarsi obbligatoriamente a cura dell’interessato prima e dopo il termine dell’incarico.



Circolare INPS n. 41/2020

Indicazioni in ordine all’ambito di applicazione del dettato normativo di cui al decreto-legge 9 marzo 2020, n. 14, che ha disposto per il personale medico ed infermieristico collocato in quiescenza, nei confronti del quale sono stati conferiti incarichi di lavoro autonomo per fare fronte all’emergenza COVID-19, la non applicazione delle disposizioni in materia di incumulabilità tra la pensione c.d. quota 100 e il
relativo reddito da lavoro autonomo.


Modello AP139 INPS redditi cumulabili

Al termine dello stato di emergenza sanitaria, gli interessati dovranno integrare tale comunicazione con la trasmissione del modulo AP139, avendo cura di indicare nella sezione 4 “EMERGENZA COVID-19” nella colonna “codice attività lavorativa”, riportando anche i dati relativi al periodo e l’importo del reddito lordo conseguito dall’incarico in questione.


0521-1680836

Chiama se servono altre informazioni. Se stai usando uno smartphone fai tap sul numero per avviare la chiamata.


 

MODALITA’ DI ISCRIZIONE ALL’OPI IN CORSO DI EMERGENZA COVID-19

Il Presidente, sentita FNOPI e lette le dovute indicazioni, comunica che a seguito dell’attuale situazione di emergenza che richiede da un lato la sospensione delle attività d’ufficio de visu e la necessità improcrastinabile di procedere alle iscrizioni/re-iscrizioni all’OPI rende note le modalità emergenziali per ottemperare alla corretta inscrizione degli infermieri all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Parma:

la domanda e tutta la documentazione, compresa l’informativa sulla privacy, dovranno essere contenute in files formato PDF e dovranno essere inviati via PEC a parma@cert.ordine-opi.it


Modulo prima iscrizione con istruzioni

Va stampato compilato in ogni parte, firmato in calce ed inviato via PEC insieme all’informativa sulla privacy e alla restante documentazione indicata nel documento.


Modulo re-iscrizione con istruzioni

Va stampato compilato in ogni parte, firmato in calce ed inviato via PEC insieme all’informativa sulla privacy e alla restante documentazione indicata nel documento. Il modulo è solo per chi riprende l’attività come dipendente di agenzia o cooperativa; chi stipula contratti di lavoro autonomo con AOU o AUSL di Parm deve contattare l’ufficio di segreteria per essere guidato nell’iter.


Informativa sulla privacy

Indicare i dati personali in testa e la firma in calce per presa visione in fondo. Va inviato via PEC in seguito alla restante documentazione indicata nel modulo.



0521-1680836

Chiama se servono altre informazioni. Fai tap sul numero per avviare la chiamata.


 

PROROGA CHIUSURA UFFICI

A seguito del prorogarsi dell’emergenza COVID-19 e considerate le misure normative in merito, si informa che l’ufficio resterà chiuso al pubblico fino al termine delle misure di contenimento e comunque fino a nuova comunicazione che avverrà attraverso questo strumento. Per questioni urgenti l’attività di segreteria continua ma esclusivamente attraverso i contatti telefonici/email (info@opiparma.it).

Riguardo alle procedure di prima iscrizione o re-iscrizione sono state pubblicate le modalità contingenti alla situazione di emergenza. Preghiamo quindi chi fosse interessato a prenderne visione ed eventualmente contattare la segreteria per un supporto a distanza.

Sicuri della comprensione di tutti, il Presidente e tutto il consiglio esprimono la vicinanza verso i colleghi impegnati in questo momento per tutti difficile.



 

segnale di pericolo a sfondo giallo

RICHIESTA INFERMIERI EMERGENZA COVID-19

In relazione all’emergenza sanitaria provocata dalla diffusione del coronavirus, l’Ausl di Piacenza ricerca con urgenza infermieri anche in quiescenza, disponibili ad essere impiegati a svolgere attività assistenziali nell’ambito della stessa. L’azienda conferirà un incarico libero professionale in via eccezionale di natura occasionale e temporanea.

Per ulteriori informazioni consultare il sito Ausl di Piacenza (link)

INFORMAZIONE SUI RISCHI E PREVENZIONE CORONAVIRUS

K

L’Azienda USL di parma ha avviato la campagna informativa sull’epidemia di coronavirus (COVID-19) con regole e raccomandazioni utili a prevenire le infezioni, domande e risposte utili oltre ai costanti aggiornamenti.

Il tutto è reperibile nella pagina dedicata del sito AUSL PR raggiungibile a questo link.

Di seguito è scaricabile la locandina. Invitiamo tutti a prendere visione delle ultime raccomandazioni e a volerle diffondere presso i propri contatti, pagine social e luoghi di lavoro con i mezzi che ognuno riterrà più opportuni.

LOCANDINA

MODIFICHE ACCESSO UFFICIO

Vista la contingente situazione regionale di emergenza COVID-19 e al fine di limitare gli accessi all’ufficio di operatori sanitari ai casi strettamente necessari, su indicazione del consiglio la segreteria rende noto che gli orari di apertura al pubblico rimarranno invariati ma è da prediligere il contatto telefonico alla presenza fisica in ufficio.

Gli accessi all’ufficio andranno limitati fino a data da destinarsi alle situazioni urgenti e che richiedono la presenza fisica dell’interessato (e solo di esso) preferibilmente preannunciata e concordata via telefono.

Siamo certi di una sensibilità al problema e della comprensione da parte di tutti gli iscritti e preghiamo di darne la massima diffusione tra i colleghi e nei luoghi di lavoro ma preme comunque scusarci per l’eventuale disagio procurato.